Cause e rimedi per il mal di testa da congestione nasale

Il mal di testa da congestione nasale ti consiziona la vita? Ecco quali sono le principali cause e cosa fare per alleviarlo.

 

Come ridurre i sintomi del mal di testa da congestione nasale

Naso chiuso, starnuti, lacrimazione e tosse? Sono tutti sintomi tipici del raffreddore, che molto spesso causa il fastidioso mal di testa da congestione nasale. Durante il cambio di stagione o con l’arrivo del freddo, è molto facile avere a che fare con questo disturbo, che a causa del forte dolore, impedisce anche di svolgere le normali attività quotidiane. Ma cosa possiamo fare per combatterlo?

Le cause

Il naso chiuso non è un disturbo grave o pericoloso, ma se non trattato in modo adeguato può portare a delle conseguenze più importanti. In genere le principali cause sono:

- Influenza
- Raffreddore
- Allergie
- Infezioni delle vie aree respiratorie e infiammazioni dei seni paranasali (rinite e sinusite)
- Deviazione del setto nasale
- Polipi nasali

La sinusite come principale causa

Quando tra i sintomi sono presenti anche cefalea e dolorefacciale (soprattutto nella zona compresa tra naso, occhi e zigomi), allora si parla del classico e temuto mal di testa da congestione nasale, che nella maggior parte dei casi è dovuto ad una sinusite: un raffreddore cronicizzato che inizia con i sintomi tipici di una malattia da raffreddamento, come febbre e dolori muscolari (legati a virus o batteri). La sinusite è molto frequente durante il periodo autunnale e invernale, perché strettamente collegata alle infezioni di origine virale o batterica, ma ci sono anche altri fattori che possono favorirne la comparsa, come:

- Predisposizione personale
- Elevati livelli d’umidità
- Fumo

In base al decorso, si parla di sinusite acuta (durata non superiore alle 2 o 3 settimane), cronica (durata oltre le 12 settimane) o ricorrente (episodi che si ripetono almeno tre volte in un anno).

Sintomi

L’infiammazione delle mucose nasali e dei seni paranasali causa spesso la cefalea rinogena, ma anche:

- Vasodilatazione
- Gonfiore della mucosa nasale
- Eccessiva produzione di muco giallo-verdastro
- Riduzione dell’afflusso di aria nella cavità nasali e paranasali

Come curare il mal di testa da congestione nasale?

Come abbiamo visto, il mal di testa in questi casi è il sintomo di un’infiammazione, quindi la prima cosa da fare è contattare il proprio medico, che fornirà un’adeguata terapia farmacologica a seguito di una visita di controllo. Solitamente questa comprende prodotti ad azione decongestionante, come Actigrip Giorno&Notte, che combina tre principi attivi per svolgere la funzione analgesica (ibuprofene) e quella decongestionante (pseudoefedrina e difenidramina). In casi di sinusite più grave è consigliata invece la terapia antibiotica, sempre sotto prescrizione medica.

In supporto ai farmaci, esistono dei rimedi naturali che è possibile intraprendere per prevenire e dare sollievo ai sintomi della sinusite:

- Liberare le vie respiratorie con lavaggi nasali e soluzioni saline come lo spray Narhinel.
- Fare suffumigi con bicarbonato o oli essenziali per sciogliere il muco e alleviare il dolore su viso e testa.
- Umidificare l’aria con appositi apparecchi o contenitori sui termosifoni.
- Idratarsi bevendo molti liquidi.
- Dormire almeno 7-8 ore aiutandosi magari con integratori come Melatonina Pura Esi utile per conciliare il riposo notturno.

Se oltre al mal di testa da congestione nasale compaiono altri sintomi (come febbre alta, rigidità del collo, rossore agli occhi, nausea e vomito) è necessario recarsi al pronto soccorso. Per i farmaci da banco per il raffreddore, potete invece consultare il catalogo online di Farmamagia.