Colesterolo, farmaci ed effetti collaterali.

Un'opportunitÓ anche per perdere peso.
Il Coenzima Q10, un ottimo antagonsita degli effetti collaterali causati dai farmaci per il colesterolo.

 
Nei giorni scorsi abbiamo parlato degli effetti collaterali delle “statine” i farmaci di prima scelta per la riduzione del colesterolo alto, causa di molte malattie cardiovascolari. Gli effetti collaterali prevalenti sono i dolori muscolari, specialmente agli arti inferiori, da moderati a severi. Spesso questi dolori si associano a crampi aggravando la sintomatologia. 
La causa principale di questi effetti indesiderati risiede nel meccanismo d’azione delle statine. Questi farmaci per ridurre il colesterolo cattivo (LDL) agiscono direttamente a livello del fegato bloccando la produzione di un precursore del colesterolo, il mevalonato. Dal blocco della sintesi del mevalonato, si scatena a cascata anche l’inibizione della produzione di un importantissima sostanza, il coenzima Q10. La carenza di questo fattore riduce enormemente la capacità della cellula di produrre energia, ecco spiegata la difficoltà che incontrano le fibre muscolari a contrarsi, privandole di energia la loro contrazione provoca crampi e dolore. 
In un recente studio è stato dimostrato che la carenza di Q10 dopo l’assunzione di statine va dal 16% al 54% e come l’integrazione con coenzima Q10 e magnesio riduca sensibilmente gli effetti collaterali delle statine. Il coenzima Q10 è un farmaco orfano e quindi si prepara solo nel laboratorio galenico della farmacia personalizzando il dosaggio. Se sei in terapia con statine e provi dolori muscolari e crampi è consigliabile assumere il coenzima Q10 e il magnesio.